Maschere veneziane

La suggestione e l’incanto di una grande tradizione e cultura del carnevale.

Scopri le migliori offerte di maschere veneziane

Il Carnevale a Venezia, si sa, fa parte della cultura, della tradizione e del folclore locale. Da sempre il carnevale veneziano rappresenta un evento storico ed importante, che attrae nella vecchia Repubblica Marinara, migliaia di turisti che sfilano per le vie della città. Il carnevale di Venezia è senza dubbio una delle rappresentazioni più tradizionali ed europee, di questa festa tradizionale. Ovviamente, oltre alle tantissime maschere e travestimenti di carnevale che ogni anno, in occasione della festa, affollano la città, non possono mancare le bellissime e suggestive maschere veneziane, grande patrimonio della città veneta e in generale dell’Italia tutta. Ecco un breve excursus su storia, tradizione e particolarità, che riguardano le maschere veneziane e le loro principali caratteristiche .

La grande tradizione delle maschere veneziane

Le maschere veneziane fanno parte della tradizione della città veneta e ne incarnano certamente l’essenza; la nascita di queste maschere è a tratti una storia particolarmente travagliata, che segue le vicende storiche della Serenissima. Nella cultura e tradizione veneziana, con la parola maschera si indica la volontà di indossare baffi e barba finti. Maschera era anche il soprannome che si dava agli uomini che si travestivano da donna e alle donne che si travestivano da uomo. Ovviamente con il tempo la maschera divenne un forte simbolo di libertà e di trasgressione, a tutte quelle che erano le regole sociali che vigevano e venivano imposte all’interno della Repubblica Serenissima. La storia delle maschere veneziane ha inizio nell’anno 1268; a quest’anno risale infatti la più antica legge che disciplina l’uso improprio della maschera. In particolare vi era una legge promulgata dalla Serenissima, che vietava agli uomini in maschera (definiti mattaccini), di giocare al “gioco delle ova”, ovvero una pratica che consisteva nel lanciare uova ripiene d’acqua di rose, contro le dame che percorrevano le calli di Venezia.

La Bauta e la Moretta 

La Bauta era una maschera utilizzata sia dagli uomini che dalle donne, nel corso di diverse occasioni. Durante il periodo della Serenissima, era addirittura un obbligo per le donne sposate che si recavano a teatro, indossare la Bauta; la stessa maschera era invece proibita alle donne non ancora sposate. La maschera veneziana della Bauta, è formata da un velo nero, un tricorno nero e una maschera bianca: senza dubbio una delle rappresentazioni stilistiche più tipiche delle maschere veneziane. La Moretta era un’altra maschera molto usata a Venezia,; una maschera ovale di velluto che veniva usata dalle donne, la cui origine sembra essere collocata in Francia, dove le dame la utilizzavano per andare in visita alle monache . La maschera della moretta si diffuse notevolmente nella Repubblica di Venezia, poiché abbelliva notevolmente e valorizzava i tratti femminili.

Le maschere veneziane oggi

Ai giorni nostri la goliardia, il colore e la grande suggestione delle maschere veneziane, fa di Venezia la grande capitale del carnevale. Le maschere veneziane disponibili sul mercato, sono caratterizzate da colori e caratteristiche stilistiche uniche: indossare una maschera veneziana significa in un certo senso rivivere la storia e i fasti di un’epoca e di una città senza tempo. Se il carnevale ha una patria, quella è certamente Venezia.

SPEDIZIONE VELOCE

Spedizione GRATUITA nella maggior parte degli ordini.

GARANZIA DI QUALITÀ

Se non rimani soddisfatto, ti restituiamo il soldi.

CENTINAIA DI OFFERTE

Tutti i giorni nuove offerte e sconti

PAGAMENTI SICURI

Accettiamo tutte le carte di credito

Torna su